Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato
Clicca Qui
  • BLS

International day for Safety and Health at work

Morti sul lavoro e modalità di prevenzione


Troppe persone ogni anno vengono letteralmente uccise dal loro lavoro.

La preoccupante realtà legata alle malattie e agli infortuni professionali rappresenta un'urgenza sul piano politico, sanitario e aziendale, da gestire insieme a datori di lavoro e lavoratori per aiutare a ridurre la pressione sui sistemi sanitari, a riequilibrare il livello di produttività e a tutelare i redditi delle famiglie.

 

Che impatto hanno le morti sul lavoro?

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) insieme all'Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) riporta che quasi 2 milioni di persone muoiono ogni anno per cause legate al lavoro che, secondo le stime OMS/OIL del Global Monitoring Report 2000-2016, sono dovute in maggior parte a malattie respiratorie e cardiovascolari.

L'esposizione a lunghe ore di lavoro rappresenta il rischio chiave, perché responsabile di circa 750.000 morti.

L'esposizione all'inquinamento atmosferico sul posto di lavoro (particolati, fumi e gas) è responsabile di 450.000 morti, il secondo maggiore rischio professionale individuato.

 

 

Il carico di malattie professionali attribuibili all'inalazione di particelle, gas e fumi è di 450.381 morti e 10.86 milioni di DALYs (Disability-adjusted life year, ovvero la misura della gravità complessiva di una malattia, espressa come il numero di anni persi a causa della stessa, per disabilità o per morte prematura).

Questi decessi e DALYs si verificano come risultato della malattia polmonare ostruttiva cronica, e sono diminuiti del 4,9% (da 473 725) e 1,8% (da 11,05 milioni), rispettivamente, dal 2000.

La proporzione di decessi professionali attribuibile all'inalazione di particelle, gas e fumi in 183 paesi per l'anno 2016 è del 23,9% dei decessi e del 12,1% dei DALYs totali.

 

In che modo possiamo fare prevenzione?

Per aiutare a ridurre significativamente questi decessi è necessario implementare i sistemi di sicurezza e salute sul lavoro per renderli forti, efficaci e sostenibili facendo riferimento alle norme internazionali sul lavoro e agli strumenti e alle linee guida dell’OMS/ILO.

Il Global Monitoring Report 2000-2016 stila per ogni fattore di rischio una serie unica di azioni preventive da praticare:

  • per la prevenzione dell’esposizione a orari di lavoro prolungati si richiede un accordo su sani limiti massimi dell’orario di lavoro;
  • per la riduzione dell’esposizione sul posto di lavoro all’inquinamento atmosferico si raccomanda il controllo della polvere, la ventilazione e i dispositivi di protezione individuale (DPI).

In particolare, la prevenzione del danno da esposizione professionale a particolati, gas e fumi potrebbe essere raggiunta attraverso interventi che introducono controlli ingegneristici, come il filtraggio fisico o la segregazione della fonte di emissione, o l'applicazione di tecniche di ventilazione generale, locale e specializzata e di soppressione delle polveri.

Secondo il Global Monitoring Report i lavoratori di ogni settore sono esposti a rischio per inalazione di particolati, gas e fumi.

La broncopneumopatia cronica ostruttiva si verifica con una risposta infiammatoria anormale dei polmoni alle particelle nocive o ai gas.

 

Ognuno di noi ha la responsabilità di fermare le morti e gli infortuni sul lavoro.
Aiutaci a farlo.

 

Articoli correlati

Maggio 23, 2024 Occupational Safety

Sicurezza sul lavoro: un po' di dati Analizzando i dati infortunistici messi a disposizione dall’INAIL e analizzati da Vega Engineering sul primo trimestre del 2024 in Italia, vediamo che la scarsa sicurezza sul lavoro è ancora un problema che costa la vita o la salute a tanti, troppi, lavoratori.   La sicurezza sul lavoro è […]

Link
Gennaio 12, 2024 Safety guide: Bodyshop sector

BLS Safety Guide: carrozzeria Guida realizzata dalla monografia redatta dal Dott. Antonio Moffa, dalla Dott.ssa Claudia Beccaria e dall’Ing. Lucrezia Giorgi dell’Unità di Terapie Integrate in Otorinolaringoiatria della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico di Roma.   Il comparto delle autofficine è composto da un elevato numero di aziende, per lo più di tipo artigianale, che […]

Link
Maggio 19, 2023 BLS 301 P2 & BLS 442 Reaktor A2P3

Nuovi prefiltro P2 riutilizzabile e filtro Reaktor A2P3 BLS amplia la propria gamma prodotti con due nuovi filtri per dispositivi riutilizzabili     Il prefiltro BLS 301 P2 è ora certificato come Riutilizzabile Il prefiltro BLS 301 P2 (cod. 8117008), compatibile con i filtri della serie BLS 200, può ora essere utilizzato per più di un […]

Link
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi aggiornamenti sui nostri eventi, le novità in catalogo e le prossime iniziative.
Iscriviti

Contattaci

Scrivici per ogni tua esigenza, ti risponderemo entro 48 ore.
Richiedi informazioni

BLS S.R.L.
Società a Socio Unico
via dei Giovi, 41 - 20032 Cormano (MI) - Italia
t/f +39 02 39310212 / 66200473
info@blsgroup.it
Privacy Policy - Cookie Policy

Sede Legale
via dei Giovi, 41 – 20032 Cormano (MI) - Italia
Capitale Sociale | Share Capital: Euro 600.000,00 i.v.
C.C.I.A.A. - R.E.A.: MI 1186898
Partita IVA | VAT N°: IT12296780153
C.F. e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 07822320151

BLS IBERIA / Av. Pau Casals, 8 08182 Sant Feliu de Codines Barcelona - Spain
BLS NORTHWEST / Reeweg, 132 3343 AP H.I. Ambacht Rotterdam - The Netherlands
BLS DO BRASIL / Rua Alvarenga Peixoto, 307 05095-010 Sao Paulo - SP - Brazil
BLS GERMANY / Steindeich 1a, 25377 Kollmar - Germany
BLS FRANCE / 18 Porte du Grand Lyon 01700 Neyron - France

crossmenuchevron-downcross-circle
IT